Vai al contenuto

Ambulanza.it NON effettua trasporti urgenti

Ambulanze Tipo C

Indice: Ambulanze Tipo C

Ambulanza di soccorso avanzato Tipo C

L’ambulanza di soccorso avanzato è un automezzo con caratteristiche strutturali compatibili almeno con il tipo “A” previsto dal D.M. 553 del 17/12/1987 o con il “tipo A1” previsto dal DM 487 del 20/11/1997.

Questa tipologia di ambulanza è dotata di tutte le attrezzature necessarie per il sostegno avanzato alle funzioni vitali di pazienti critici. In aggiunta a tutti i presidi presenti nell’ambulanza di soccorso, questa ambulanza trasporta innanzitutto un monitor multiparametrico (ovvero in grado di misurare e monitorare NIBP/IBP, SpO2, traccia elettrocardiografica, EtCO2, ecc.) con la possibilità di eseguire la defibrillazione manuale e di trasmettere l’Ecg a 12 derivazioni.

Dotazioni Ambulanza di tipo C

immagini ambulanzaSono inoltre presenti, per quanto riguarda la gestione delle vie aeree, tutti i presidi di base (pallone autoespandibile e maschere), sovraglottici e avanzati (tubi endotracheali, laringoscopio e videolaringoscopio, introduttore di Frova, ecc.).

Per quanto concerne le infusioni, sono presenti, oltre alle flebo contenute nell’ambulanza di soccorso, anche i farmaci (contenuti in un apposito fialario), ivi inclusi gli stupefacenti.

Per quanto concerne il materiale, è presente anche un respiratore polmonare in grado di ventilare e ossigenare efficacemente il paziente. Solitamente, il respiratore permette di eseguire sia ventilazioni di tipo invasivo sia non invasivo

In molte realtà italiane è inoltre presente in queste ambulanze un massaggiatore automatico il quale è in grado di liberare le mani di un operatore in quanto si occupa di eseguire una RCP meccanicamente.

Anche in questa tipologia di ambulanza è presente uno o più zaini/borse contenenti diverso materiale utile da portare al paziente che si soccorre al di fuori della cella sanitaria.

Dimensioni Ambulanza tipo C

Le caratteristiche e i contenuti di tale zaino sono simili a quello dell’ambulanza di soccorso; solitamente è presente anche uno zaino “avanzato”, ovvero contenente pochette in cui sono distribuiti tubi endotracheali, dispositivi sovraglottici, drenaggi toracici di varie misure e farmaci.

Per le autoambulanze di tipo A le dimensioni minime interne del compartimento sanitario, con esclusione di attrezzature ed arredi sono:

Lunghezza (misurata ad 1 metro dal piano di calpestio): 2,40 m;

Larghezza (misurata ad 1 metro dal piano di calpestio): 1,60 m;

Altezza (in una fascia centrale ampia almeno 90 centimetri, lunga almeno 2 metri e di superficie non inferiore a 2,4 metri quadrati): 1,75 m.

Ambulanza tipo C nella Classificazione Normativa Europea

Ambulanza Tipo A:

ambulanza di trasporto pazienti. Ambulanza progettata per il trasporto di pazienti che non si ritiene possano trasformarsi in pazienti critici.

Tale ambulanza si divide a sua volta in:

  • Tipo A1: adatta per il trasporto di un singolo paziente
  • Tipo A2: adatta per il trasporto di uno o più pazienti (su barella o sedia portantina)

Ambulanza Tipo B:

ambulanza di soccorso. Autoambulanza progettata per il trasporto, il trattamento di base e il monitoraggio dei pazienti.

Ambulanza Tipo C:

unità mobile di terapia intensiva. Autoambulanza progettata e attrezzata per il trattamento avanzato e il monitoraggio dei pazienti. La tipologia delle ABZ di trasporto deve essere definita specificando se è in grado di trasportare una persona (A1) o due persone (A2 ) utilizzando in questo caso la seconda barella o la sedia portantina.

(fonte Croce Rossa Italiana)

Essendo la normativa italiana limitata alle ambulanze A e B si presuppone che la Type C europea non esista nel nostro paese

L’unità mobile di terapia intensiva per il trattamento avanzato, per il trasporto di pazienti gravi, ricade quindi all’interno del tipo di ambulanza “A”.

Chiama
Whatsapp