Vai al contenuto

Ambulanza.it NON effettua trasporti urgenti

Servizio Ambulanza Privata: come funziona?

Indice: Servizio Ambulanza Privata: come funziona?

Molti utenti chiedono informazioni riguardo alla possibilità di utilizzare delle ambulanze private e sui loro costi. Vediamo insieme alcuni chiarimenti riguardo a questa problematica.

Differenze tra ambulanza privata e pubblica

Per quanto riguarda il punto di vista pratico, che comprende le caratteristiche fisiche e le dotazioni che si trovano a bordo dei due automezzi, non esistono differenze tecniche nel servizio ambulanze, in quanto i mezzi di soccorso differiscono tra di loro soltanto per il tipo di servizio che offrono, suddividendosi in tre grandi gruppi, i centri mobili di rianimazione, i mezzi di base e quelli avanzati.

Potrebbero quindi esistere due “centri mobili di rianimazione” identici, anche se uno di questi svolge il servizio pubblico e l’altro quello di ambulanze a pagamento. Nel primo caso il costo è a carico del SSN, mentre nell’altro caso le spese sono a carico del cittadino che utilizza tale mezzo.

L’ambulanza privata si chiama quindi cosi quando le spese sono sostenute da privati, che in alcune occasioni hanno anche l’onere sia del reperimento dell’ambulanza che dell’organizzazione del trasporto.

Come prenotare le ambulanze private?

Quando si cerca una ambulanza privata si presentano dei casi diversi: se il paziente che deve essere trasportato si trova in una casa di riposo, in una clinica privata o in un reparto ospedaliero pubblico, normalmente è il personale sanitario a fornire al cliente i riferimenti di alcune società di ambulanze che operano nella stessa località ed i loro numeri di telefono.

E’ necessario fare molta attenzione in quanto non c’è sicurezza sulla qualità del servizio e nemmeno sul costo, dato che sono state le stessa società di ambulanze a fornire i loro numeri ed i loro recapiti. Questo servizio ambulanze private è normalmente molto valido quando il tragitto da effettuare è breve mentre se il tragitto supera i 300 Km, le differenze delle tariffe chilometriche e dei costi fissi delle singole ambulanze possono comportare spese ingenti.

E’ inoltre fare attenzione anche all’età dell’ambulanza e alle dotazioni, ad esempio quella di una barella “comoda” e “ammortizzata”, che influisce sia nella fattibilità del trasporto che del suo costo. Per chi vuole ampliare il suo raggio di ricerche oggi sono disponibili numerosi portali online che permettono di essere a conoscenza dei servizi migliori su tutto il territorio italiano.

Ambulanza a pagamento: quanto costa il servizio?

Sia le tariffe chilometriche che i costi fissi che vengono applicati dalle società che effettuano trasporti sanitari con ambulanze a pagamento possono variare in modo notevole. Per quanto riguarda, ad esempio le tariffe chilometriche, la base di partenza è di 0,74 euro per ogni chilometro percorso, ma in alcuni casi si arriva anche ad oltre 1 euro al chilometro.

Quando si calcola il costo si deve tenere conto dei chilometri sia del tragitto di andata che quello di ritorno che l’ambulanza deve compiere per tornare alla sua base operativa. Altri costi, come il pedaggio delle autostrade, quando si utilizzano queste vie di transito, sono sempre calcolati a parte e per avere una idea del costo si può vedere il costo direttamente sul sito web di Autostrade.

Alcune associazioni, tra le quali la Croce Rossa Italiana, sono esentate dal pedaggio dell’autostrada e quindi non applicheranno questi costi. Una esenzione dello stesso tipo esiste per alcune tipologie di trasporto con ambulanza, come nel caso di pazienti che sono assistiti sulla stessa ambulanza da un medico o da un infermiere, oppure di pazienti dializzati od oncologici, o ambulanze utilizzate per il trasporto di organi ed emoderivati.

Per quanto riguarda i costi fissi essi sono normalmente rappresentati da quello conosciuto come “costo di uscita”, una cifra che abitualmente varia da un minimo di 20 euro ed un massimo di 50 euro che l’utente deve riconoscere all’ente che effettua il trasporto senza tener conto della lunghezza del viaggio. Ovviamente la tariffa varia anche a seconda della città. per es in queste citta il costo d’uscita è molto diverso:

  • ambulanze private a Roma
  • ambulanze private Napoli
  • ambulanze private Palermo
  • ambulanze private Torino
  • ambulanze private Milano

Le dotazioni a bordo di un’autoambulanza privata

A bordo di un’ambulanza, sia pubblica che privata saranno sempre presenti una serie di presidi tra i quali il defibrillatore, l’ossigeno, la barella, l’aspiratore, il multiparametrico e il sistema di ventilazione manuale.

Nel caso le ambulanze appartengano al gruppo di tipo avanzato, e quindi con la presenza a bordo della stessa di un infermiere e/o di un medico, sono inoltre presenti il monitor cardiaco, il respiratore, e tutti i farmaci che potrebbero essere necessari per l’infusione endovenosa, oltre ad un kit che viene utilizzato per la “gestione avanzata” delle vie aeree e che comprende tra gli altri il laringoscopio ed i tubi endotracheali.

In alcuni casi nel servizio ambulanza privata viene richiesta la presenza a bordo di un medico o di un infermiere, ma quando per il trasferimento questi non sono indispensabili, per l’assistenza al paziente è sufficiente la presenza di un soccorritore.

Chiama
Whatsapp